Assicurazioni
per l'ARTE

 
Museum


A chi si rivolge
Musei pubblici e privati, fondazioni.

Cosa assicurare
Tutti i beni artistici, storici, documentari che siano oggetto di raccolta o esposizione, tanto di proprietà dell’ente che di terzi, come pure gli oggetti affidati a terzi. La copertura assicurativa offre una garanzia modulare che, in caso di particolari esigenze, può essere limitata:
• ai soli pezzi più significativi;
• alle sole opere di proprietà di terzi (vedere anche il prodotto “Art Exhibitions”);
• alle sole opere affidate a terzi;
• ai soli costi di restauro escludendo il deprezzamento e i danni totali per specifiche serie di oggetti.

Per quali rischi
La copertura All Risks comprende, oltre all’incendio e al furto, tutti i possibili eventi dannosi. Perché L’esperienza insegna che incendio e furto non sono gli unici rischi contro i quali è opportuno tutelarsi. Il maggior numero dei danni è imputabile ad altre cause: il chiodo che cede con conseguente caduta del dipinto, il piano di cristallo della teca contro il quale si frantuma la preziosa porcellana nell’atto di riporla, il visitatore distratto, il vandalo. Anche l’importo indennizzato per tali tipologie di danni non è trascurabile perché rappresenta, statisticamente, oltre il 40% degli indennizzi totali.

Per quale valore
Per le opere più significative il valore è generalmente concordato di comune accordo fra le Parti al momento della sottoscrizione della polizza è stabilito (principio della stima accettata). Soprattutto per i beni di proprietà museale, ove spesso il valore di un’opera è definito inestimabile, può essere molto difficoltoso trovare un accordo: la stima accettata risolve il problema alla radice. Quando non sia possibile concordare la stima accettata, il problema della volatilità del valore dell’oggetto d’arte è risolto mediante l’introduzione di rigorosi metodi di valutazione, oggettivamente condivisibili tra le Parti.